A DUE MESI DI DISTANZA UN RESOCONTO SUL FORUM MADE4DIY DI MILANO

E’ stato intenso e ricco di interventi qualificati il 4° Forum nazionale del Consorzio MADE4DIY tenutosi il primo dicembre scorso a Milano. I temi centrali trattarti sono stati le conseguenze della Brexit per le aziende che esportano in Gran Bretagna e il rapporto tra negozi fisici e e-commerce per il settore del brico.

 

Record di partecipanti

 

Ogni anno MADE4DIY – che fa parte di Fedyma, la federazione europa dei produttori per il bricolage – organizza un evento per aggiornare le aziende associate dei settori fai da te e gardening, (ma il forum è aperto a tutti)sull’andamento del mercato nazionale e internazionale. Ogni volta c’è un focus su un particolare mercato estero. Negli anni passati sono state analizzate le realtà francesi e tedesche; quest’anno è stato scelto il mercato britannico.

L’edizione 2017, la quarta, ha  raggiunto il top di registrazioni per un totale di 148 iscritti, +18% rispetto all’edizione 2016. La platea dell’evento ha visto la presenza di rappresentanti di aziende produttrici, retailer, aziende di servizi e operatori del settore e media specializzati tra cui anche Bricolage.it.

 

Lo “spauracchio” Brexit

 

Il Forum, coordinato da Michele Zucca e Ivan Bartolucci, rispettivamente presidente e genral manager di MADE4DIY, ha proposto una sequenza di altissimo livello di relatori. L’internazionalità dell’evento si è evidenziata sin dal primo intervento, quello di Paul Grinsell, executive director DIY & home improvement di BHETA, la più importante associazione britannica del settore brico. Grinsell ha raccontato come si stanno orientando i più diffusi marchi britannici nelle strategie di vendita e di allestimento dei negozi, fisici e virtuali.

Il futuro dei rapporti commerciali tra aziende italiane e britanniche del Do it Yourself è stato spiegato con dovizia di particolari da Riccardo Puglisi, professore di economia, politica, finanza e mass media dell’Università di Pavia. Puglisi ha chiarito come la bilancia economica sia soggetta prevalentemente agli accordi politici tra UE e Regno Unito e che l’iniziale oscillazione verso un Euro più forte – con minore appetibilità per gli acquisti in UE da parte di aziende British – si sta gradualmente riducendo per l’aumento dei prezzi in Oltremanica.

 

Dimensione del negozio fisico e e-commerce

 

Giulia Arrigoni, editorial director di 10 minutes DIY and GARDEN, ha analizzato novità ed evoluzione dei negozi fisici portando interessanti paragoni con catene estere che puntano sempre più su un ritorno nel cuore delle città con metrature anche inferiori alla media di quelle attuali.

Alessandro Samà, e-commerce manager di Brico Bravo, ha invece illustrato l’importanza della gestione degli ordini in tempi brevi e la digitalizzazione dei fornitori per chi vuole eccellere nel mercato online. A completare la giornata sono stati, poi, gli interventi di Giovanni Todaro di FDT Group e di Giulio Paniccia di ICA For You.

Ogni intervento è stato seguito da domande che gli intervenuti hanno posto ai relatori. E i diualoghi sono stati sempre molto interessanti che hanno reso il Forum di MADE4DIY un momento importante di crescita per chi opera nel comparto del brico. Ed è piaciuto anche a Bricolage.it!

Lascia il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *